Scarlattina, streptococco…

Visto1051ora

Ho saputo che a scuola di mio figlio ci sono stati due casi di streptococco, devo fare qualcosa per proteggerli? Mi sono ricordata che a luglio scorso mio figlio ha avuto la scarlattina, è la stessa cosa?

Di cosa di stratta?

E` una malattia infettiva che si presenta con un caratteristico esantema sulla pelle dovuto a una o più sostanze (esotossine) prodotte dai numerosi ceppi di Streptococco Beta Emoltico di gruppo A (SBEA), i quali sono causa frequente di tonsillite. Si manifesta tipicamente con febbre, mal di gola, voce “chiusa”, tonsille grosse e arrossate, comparsa di piccoli puntini rossi ravvicinati, “a carta vetrata”, che iniziano all`inguine e alle ascelle e si diffondono rapidamente sul tronco e poi alle guance. La lingua diventa prima bianca (a fragola bianca), poi rossa (a fragola rossa). A volte però si manifesta in forma più lieve e sfumata. Il periodo di incubazione è compreso fra 2 e 5 giorni.

I bambini si contagiano attraverso le goccioline di saliva e sono frequenti le epidemie nelle scuole.

E` pericolosa? E come si cura?

Non è assolutamente pericolosa, se non molto raramente. Si cura benissimo con l`antibiotico e quello di scelta è la penicillina (amoxicillina) perché in natura ancora non si è riscontrato un solo ceppo di SBEA resistente a questo antibiotico. Il bambino non contagia più già dopo 2 giorni che ha iniziato l`antibiotico.

Se non siamo sicuri che sia scarlattina?

Basta fare il tampone faringeo per lo SBEA (da ricordare: deve essere effettuato bene usando l`abbassalingua e non serve che il laboratorio esegua l`antibiogramma). C`è un test rapido che è più pratico, ma un po` costoso e un po` meno preciso.

C`è qualcosa per prevenirla?

Assolutamente no. Se il bambino ha i sintomi si cura o eventualmente fa il tampone; se sta bene va a scuola. Fare i tamponi ai bambini sani non serve a nulla perchè il 10-15% dei bambini sono portatori sani e non devono essere trattati.

Quando si rientra a scuola?

In base alla “Circolare n° 4 del 13 marzo 1998 Protocollo 400.3/26/1189 MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA’ PUBBLICA
Provvedimenti da adottare nei confronti di soggetti affetti da alcune malattie infettive e nei confronti di loro conviventi o contatti”, circolare tuttora vigente, si torna a scuola dopo 2 giorni dall`inizio dell`antibiotico.

NOTA BENE: nella stessa area dei “consigli” sono riportate altre informazioni sullo streptococco. Leggetele!

Questa risposta ti è stata d'aiuto? Si / No

Questo sito utilizza i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza come nostro ospite. Se continui ad utilizzare questo sito si assume che accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi