PERCHE` NON PRESCRIVIAMO FARMACI CONTRO LA TOSSE E IL RAFFREDDORE NEI BAMBINI?

Visto727ora

Nonostante la presa di posizione dell’Advisory Committee della FDA (Food e Drug administration americana) sulla inefficacia e pericolosità dei farmaci per la tosse e il raffreddore nei bambini, le aziende farmaceutiche d’oltreoceano continuano a commercializzare tali farmaci e a fare campagne pubblicitarie che ne sostengono sicurezza ed efficacia. Sulle pagine del New England Journal of Medicine un gruppo di medici, primi firmatari della petizione inviata all’FDA per rivalutare l’indicazione terapeutica di questi farmaci, segnala questa preoccupante situazione. I farmaci per la tosse e il raffreddore comprendono un ampia varietà di principi attivi, da antistaminici a decongestionanti nasali ad antitosse ed espettoranti, la cui efficacia non è mai stata dimostrata nei bambini mentre sono sempre più frequenti le segnalazioni di importanti reazioni avverse. Inoltre sono state segnalate gravi reazioni avverse, come aritmie cardiache, allucinazioni ed encefalopatia, nei bambini sotto i 6 anni che hanno assunto farmaci contenenti i derivati dell`efedrina. La Commissione della FDA in seguito alla petizione ha ripreso in mano i dossier relativi all’uso di questi farmaci in età pediatrica ed è giunta alle seguenti conclusioni: non solo si tratta di farmaci inefficaci, ma con un profilo di sicurezza inadeguato nei bambini. In pratica In Italia i farmaci per la tosse e il raffreddore non devono essere somministrati ai bambini sotto i 12 anni di età. L’AIFA (l`agenzia italiana per il farmaco) ha limitato l’uso dei farmaci a base di vasocostrittori (efedrina e derivati) nel 2007 con un provvedimento pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Il pediatra pertanto non deve prescrivere questi farmaci in età pediatrica e il farmacista deve mettere in guardia i genitori che li acquistano per i loro bambini. E i sedativi per la tosse? Non devono essere usati se non in situazioni molto particolari, perchè sedare la tosse potrebbe voler dire togliere un riflesso molto importante per liberare le vie respiratorie. Allora cosa fare? Far bere il bambino, pulire il naso, umidificare l`ambiente e avere tanta pazienza. Ma se la tosse è forte e c`è la febbre chiamate il vostro medico. Bibliografia Sharfstein, North M, et al. Over the counter but no longer under the radar – pediatric cough and cold medications. N Engl J Med 2007;357:2321-4.

Questa risposta ti è stata d'aiuto? Si / No

Questo sito utilizza i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza come nostro ospite. Se continui ad utilizzare questo sito si assume che accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi